SANKT WENDEL TOURNAMENT - il giorno dopo

Svegliarsi nel proprio letto dopo i cinque giorni di SANKT WENDEL è una strana sensazione, felici per quello che è stato ma consapevoli che eventi del genere forse sono irripetibili.


Potrei parlarvi degli sguardi ammirati del pubblico quando sfilavamo in armatura o facevamo ronde di guardia intorno all’ area del torneo, potrei dirvi dei complimenti ricevuti da curatori e consulenti di diversi musei , potrei dirvi dell’onore di sfilare (unici) con la nostra bandiera in mezzo a migliaia di persone, potrei parlarvi di queste e tante altre cose ma ho deciso di parlarvi di altro.

Vi parlerò di chi ha reso possibile tutto questo le persone tra i fuochi della cucina sotto l’acqua e il vento, le persone che hanno guidato per ore, le persone che con farsetti da centinaia di euro non si tirano indietro per lavare le pentole sporche, le persone che smontata l’armatura si mettevano a fare la loro corvè in cucina, le persone che hanno lavorato tante ore prima e ne lavoreranno ancora tante altre dopo per gestire l’equipaggiamento e l’organizzazione, di questo voglio parlarvi, perché non è solo una bella armatura, un bel vestito o un'arma che fanno il bravo ricostruttore, sono le persone con il loro modo di essere, il loro orgoglio di essere parte del gruppo e la loro umiltà di ammettere che si può e si deve sempre migliorare.

FAMA LEONIS - LEO INVICTUS 

Il presidente


photo Michale Sicher . http://www.condottieri.at/
Powered by Blogger.