Nascita di Galeazzo Maria Sforza


"Anno Domini MCCCCXLIIII, et die xv januarii, die mercurii nocte preterita, inclita domina Blanca uxor magnifici Comitis, in Girone existens, peperit filium masculum in bona hora, videlicet Galeatium Mariam"


Bianca Maria Visconti moglie del Conte (Francesco Sforza) essendo prossima al parto da Corinaldo fu fatta venire nel Girifalco di Fermo ove nella notte del 14 gennaio riè in luce un figliuolo maschio, il quale avvenimento molto gaudio recò all'afflitto animo di Francesco pel cattivo esito dell'ultimo assedio (il Conte voleva riappropriarsi di Montesampietrangeli, presa dalle truppe papali comandate da Niccolò Piccinino), poiché dal suo avo ne sperava il Ducato di Milano. Fu tosto mandato a Filippo, padre della Bianca, Gaspare da Pesaro, suo medico per recargli tal novella, e sapere qual nome si aveva a porre al suo nipote. Il duca, già vecchio, dimostrò viva allegrezza; e benché giudicasse essere cosa più conveniente che fosse il bambino dal lato paterno denominato Sforza, pure gli piacque che gli s'imponesse il nome dell' avolo suo Galeazzo, al quale vennero aggiunti Maria Sforza. Eugenio IV udita tale nascita siffattamente ne fu rattristato, che si disse aver esclamato: " esser nato un altro Lucifero". 

Cronache della città di Fermo del Cav. Gaetano de Minicis
Corio. Op.cit., part. v.; Simonetta

Powered by Blogger.