Madonna del Fuoco e Mastro Pedrino


La Madonna del Fuoco è la patrona di Forlì, città natale della nostra associazione.
Durante la Festa patronale viene venerata una xilografia raffigurante una Madonna con bambino risalente ai primi anni del XV secolo, scampata miracolosamente ad un'incendio nel febbraio del 1428 ed ora custodita presso il Duomo della città.
Ecco come un Cronista coevo descrive il miracolo:
Como arse una caxa e romaxe per miracolo una carta depinta la qual fo veduta tutta la notte in mezzo al fuogo. Nel mese di febbraio 1428 di sovra una casa che fo del Tempesta apresso Luffo di Taldo abitada per sola da uno mastro Lombardino bruxò a dì 4 del ditto mexe la notte venendo la festa di sant’Agata e non ne rimase altro che le mura e una carta con alcuna figura e nostra Donna in mezzo e perché parve grande miracolo fo tolta dai Calonixe de Santa Croce e posta in Santa Croce con reverenzia e questa fa assai miracoli
Cronica di Forlivio - Giovanni di Mastro Pedrino

Lo stesso Giovanni di Mastro Pedrino , al secolo Giovanni Merlini dipintore presso la bottega di Mastro Pedrino, tra il 1450 e il 1460 dipinge una lunetta in stile tardo gotico raffigurante il miracolo .



Alla base della lunetta vi è una veloce narrazione dei fatti accaduti :
“E fò nel 1428 a dì 4 febraro. Qui se demostra como per vertù de Nostra Donna broxando questa casa non ghe remase altro che la sua figura in una carta imbrocada in un’asse e la quale è in questa cappella e fa molti mirachuli” 

Questa lunetta è l'unica opera pittorica arrivata fino a noi di questo pittore forlivese conosciuto più per la sua CRONICA DEL SUO TEMPO , importante opera storiografica dedicata non solo alla città di Forlì ma ai fatti occorsi negli anni compresi tra il 1411 e il 1464 
in Romagna, Toscana e il Ducato di Milano. 
Powered by Blogger.